Con Antonio Lombardi uno sguardo al fondo Investimenti del 2022

Con Antonio Lombardi uno sguardo al fondo Investimenti del 2022

Grazie alla Conferenza Unificata è arrivata l’intesa di decreto del Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. È stato quindi dato il via libera anche al decreto che definirà l’elenco di tutte le tratte ferroviarie turistiche. Secondo quanto riportato in un articolo di Antonio Lombardi, presidente di Federcepi Costruzioni ed uno dei protagonisti dell’edilizia salernitana, verranno stanziati oltre 4,7 miliardi di euro che andranno a finire nelle casse delle Città metropolitane di Genova, Milano, Napoli, Roma e Torino e che serviranno al potenziamento delle linee metropolitane, mentre 1,7 miliardi di euro a Regioni, Province e Città metropolitane, saranno stanziati per intervenire sulla manutenzione della rete stradale secondaria e, per finire, 1,9 miliardi per l’acquisto di bus ecologici. Sono questi i 3 schemi di decreto previsti dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, in collaborazione con Daniele Franco, il Ministro dell’Economia e delle Finanze.

Entrando più nello specifico, dichiara lo stesso Antonio Lombardi, promotore di edilizia salernitana, lo schema di decreto ha ripartito 4,4 miliardi di euro sul trasporto rapido di massa nella legge di Bilancio del 2022, mentre 333 milioni di risorse residue del Fondo Investimenti, per finanziare tutti quei progetti già definiti in graduatoria. Per il periodo 2022/2029 i finanziamenti previsti sulla rete stradale secondaria saranno di 1,7 miliardi e “finalmente” una parte di questi verrà dedicata alla manutenzione delle strade regionali. Per quanto riguarda il rinnovamento del parco autobus, in senso ecologico, lo schema di decreto ha previsto un finanziamento di 1,9 miliardi, utili all’acquisto di bus elettrici o a idrogeno, a zero emissioni. Parlando invece del trasporto rapido di massa, lo schema di decreto ha previsto diversi finanziamenti, destinati alle grandi città. Saranno assegnati 418,8 milioni a Genova, 732,2 milioni a Milano, 796,8 milioni a Napoli, 1,8 miliardi a Roma ed 1 miliardo a Torino. Sono stati ammessi al finanziamento diversi progetti, tra cui: la Skymetro Val Bisagno a Genova; il prolungamento della linea metro M4 a Milano; il collegamento tra la stazione di Afragola e la linea metro a Napoli; a Roma verrà conclusa la linea metro di Piazza Venezia, il prolungamento della linea C e la linea tranviaria che collega Termini/Vaticano/Aurelio; a Torino verrà prolungata la linea 2 della metro che riguarda la tratta Politecnico/Rebaudengo.

Un importante investimento è previsto anche per la rete stradale secondaria, pari ad 1,7 miliardi e grazie al via libera ricevuto dalla Conferenza Stato-Città e Autonomie locali, un ulteriore finanziamento di 2,7 miliardi verrà assegnato, fino al 2029, per lavori di manutenzione di ponti, strade e viadotti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *